Febbraio a Labin e Rabac (Albona e Rabaz)

Il Carnevale di Labin

Il gruppo carnascialesco di Labin “Labinjonska kumpanija, domoća folšarija”, conosciuto anche come Falseria, festeggia quest’anno i suoi 35 anni di attività e nel mese più pazzo dell’anno invita tutti a una grande festa di compleanno. Il governo delle maschere della durata di un mese è iniziato alla fine di gennaio, quando la Falseria ha preso in consegna le chiavi cittadine dal sindaco di Labin salendo al potere nella piazza dedicata ai minatori locali, Trg labinskih rudara. Nella stessa occasione è stato appeso Messer Santolo (Padrino). Il corteo delle maschere più piccole sfilerà a Labin il 5 febbraio, mentre la sfilata principale si svolgerà in via Zelenice sabato 25 febbraio. Martedì 28 febbraio il colpevole sarà bruciato sul rogo e nella stessa data si terrà pure il tradizionale ballo in maschera per bambini.

 

La festa di San Valentino nei ristoranti locali

Anche quest’anno per la festa di San Valentino, come da tradizione, i migliori ristoranti di Labin e Rabac vi offriranno dei menù occasionali molto interessanti. Sia che vogliate un’indimenticabile cena romantica, sia che desideriate celebrare un’amicizia, ma anche se siete in cerca di nuove sfide gastronomiche, vi attendono diversi menù all’insegna dell’amore. Dalle fresche delizie del Mar Adriatico, tra cui il filetto di branzino al cartoccio, focaccia di polpo, prosciutto di tonno e alici marinate, fino agli gnocchi ripieni di carne di boscarino e ai tartufi afrodisiaci, cui si aggiungono le mousse al cioccolato. Potete scegliere gli ambienti eleganti e moderni dei ristoranti di alta qualità come il “Velo kafe”, il ristorante dell’albergo “Peteani” e quello della “Villa Annette”, la rilassata atmosfera rurale offerta dal “Kaštel Pineta”, che fa parte del possedimento una volta appartenente a un barone, e dal ristorante “Tomažići”, oppure le perle della gastronomia marinara, i ristoranti “Due Fratelli” e “Nostromo” a Rabac.
www.rabac-labin.com/it/152-gastro-eno

 

La Galleria civica di Labin – l’esposizione “A caccia di nuvole” (Loveći oblake) di Armano Jeričević

L’artista zagabrese Armano Jeričević, stomatologo per professione e laureando in regia cinematografica, ha lasciato sedici anni fa la città e la vita convenzionale per andare ad abitare con la famiglia in un piccolo villaggio abbandonato nel cuore dell’Istria. Qui vive in autosufficienza e in armonia con i ritmi della natura e del suo essere artistico. La sua vita e l’arte sono una fusione tra la filosofia e l’esoterismo che si rispecchia in maniera sottile nelle sue opere. La mostra “A caccia di nuvole” consiste in una serie di fotografie stampate e un video sperimentale sul tema del suo atto del vivere una vita concettuale cui ha dato il nome di “Manifattura del senso”. Porta lo stesso nome pure la sua azienda agricola familiare, come pure un laboratorio di artigianato-galleria d’arte transmoderna – una galleria negli spazi espositivi in mezzo a un piccolo villaggio abbandonato. Jeričević ha presentato i propri lavori a varie esposizioni personali e collettive in Croazia e all’estero (Marrakech, Grand Rapids, Grožnjan (Grisignana), Višnjan (Visignano), Rijeka (Fiume), Zagabria). Le sue opere fanno parte anche del progetto della rivista d’arte internazionale “Visions libres” (Photography, Culture and Contemporary Art).
La mostra alla Galleria civica di Labin rimane visitabile entro il 25 febbraio 2017.
Orario di apertura al pubblico: da lunedì a sabato dalle 10 alle 14 e dalle 17 alle 20
Domenica chiuso.
Gradska galerija Labin/Galleria civica di Labin
Ul. 1. Maja 5, Labin
Telefono: +385 52 852 123
galerijalabin@gmail.com

 

Una vacanza a Rabac all’insegna del ciclismo

L’albergo “Valamar Sanfior” a quattro stelle a Rabac è uno di una serie di hotel e resort della ditta alberghiera “Valamar” che offrono diversi vantaggi full service per una vacanza attiva destinata agli appassionati del ciclismo. Dal montuoso nord attraverso il magico entroterra fino al pittoresco sud della penisola, dalla costa orientale a quella occidentale, varie sono le direzioni degli itinerari lungo i quali potete percorrere l’Istria su due ruote. Come una ragnatela, i percorsi ciclistici, più o meno segnati e ordinati o ancora da essere tracciati, intersecano tutta l’Istria. Vi sono percorsi su strada e quelli per le mountain bike per gli allenamenti di resistenza dei ciclisti professionisti, come pure quelli riservati agli appassionati del ciclismo e alle famiglie. Quindi, gli amanti del ciclismo hanno l’imbarazzo della scelta quando devono decidere quali percorsi siano più belli, quelli attraverso l’entroterra istriano o i percorsi lungo la costa. Il bike hotel “Valamar Sanfior” a 4 stelle a Rabac, come tutti gli altri bike hotel della “Valamar”, offre diversi servizi e contenuti per i ciclisti – un locale per il deposito delle biciclette, uno spazio per il lavaggio di queste ultime, tour ciclistici organizzati, mappe GPS gratuite e attrezzi per piccole riparazioni.
Prenotate l’alloggio entro il 28 febbraio 2017 e uno sconto del 10 p.c. sarà incluso nel prezzo. Lo sconto vale per le prenotazioni entro il 1° novembre 2017.
Per maggiori informazioni:
www.valamar.com/it/hotel-rabac/valamar-sanfior-hotel/ciclismo

 

La passeggiata dal fascino nascosto per gli innamorati

Dopo un pranzo o una cena romantica per la festa di San Valentino nel ristorante “Nostromo” a Rabac, fate una passeggiata con la persona amata lungo la costa, su uno dei sentieri più belli in Istria. Dal ristorante recatevi, percorrendo il lungomare, verso la penisola di Sant’Andrea, dove si trova l’omonima chiesetta del 15.esimo secolo, il monumento più antico del patrimonio edilizio della località di villeggiatura di Rabac. Fatevi una foto accanto alla più attraente scultura di Rabac, le “Perle”, di Vasko Lipovac, che si trova su una roccia sotto la chiesetta. Il lungomare vi porterà in seguito accanto al faro, Lanterna, da dove si può ammirare una bellissima vista panoramica del mare e della vicina isola di Cres (Cherso). Raggiunto il punto finale del tratto asfaltato, il percorso continua su una strada sterrata che conduce fino alla baia di Prižnja, lontana da occhi indiscreti. Da qui il sentiero prosegue fino a Prohaska, uno dei luoghi più belli di Rabac, che deve il proprio nome alla famiglia del commerciante Prohaska di Rijeka (Fiume), di origini ceche. Nello stesso luogo c’era la villa della famiglia, che andò distrutta nel passato. Le insenature con ciottoli bianchi, il mare pulito e cristallino e l’aria arricchita dal profumo aromatico del pino e del rosmarino vi regaleranno dei momenti indimenticabili.
Lunghezza del sentiero: 4,7 km
Tempo di percorrenza: 2 ore

 

Il mondo della ceramica di Labin

Gli artisti della ceramica Roberta Franković e Aleks Klobas si occupano già da vent’anni della creazione di oggetti in ceramica decorativi, d’uso e artistici che costituiscono dei souvenir insostituibili di Labin e Rabac. Le decorazioni a forma di case da appendere al muro – le facciate degli edifici del centro storico di Labin, i boccali istriani tradizionali, le bottiglie per l’olio di oliva istriano, i gioielli ispirati al mare e le piccole barche variopinte di Rabac sono solo alcuni degli oggetti fatti a mano dell’impresa artigiana “Keramika A. R.”. Qui potete vedere una parte dell’assortimento e ordinare il design che volete. Se, invece, state arredando la vostra casa, potete scegliere anche le lampade rustiche originali o quelle moderne per i vostri comodini, i lampadari a catena o quelli a soffitto dipinti a mano.
Keramika A. R., obrt za proizvodnju dekorativne i uporabne keramike (impresa artigiana per la produzione di ceramica decorativa e di uso)
E. Štenberger 1, Labin
Cellulare: +385 (0)95 8224 198, (0)92 2122 565
keramika.a.r.2011@gmail.com