Ottobre a Labin e Rabac (Albona e Rabaz)

CRO race, Rabac – Labin, 5. 10.

Venite a far parte della più bella cartolina della Croazia e a sostenere le squadre di ciclisti di fama mondiale partecipando alla più grande e prestigiosa gara ciclistica in Croazia che da quest’anno, dopo i suoi primi cinque anni, si terrà con il suo nuovo nome, CRO Race. L’edizione 2019 è in programma tra il 1° e il 6 ottobre. La gara inizierà martedì 1° ottobre a Osijek, vedrà i suoi partecipanti attraversare ben quattordici parchi nazionali e parchi naturali prima di concludersi il 6 ottobre a Zagabria. Dopo essere stata organizzata in maniera eccezionale l’anno scorso, la 5ᵃ tappa si svolgerà il 5 ottobre, anche questa volta attraverso Rabac e Labin e in direzione del Parco naturale del Monte Maggiore (Učka), proseguendo verso Ičići (Icici), Opatija (Abbazia), Rijeka (Fiume), Čavle e la località sciistica di Platak. La gara inizierà a Rabac alle ore 10.45, proseguirà nel centro storico di Labin, da dove i concorrenti andranno in direzione di Kranjci e Kapelica prima di passare attraverso il centro della parte nuova di Labin. Quest’anno a presentarsi per la prima volta in Croazia sarà il team Mitchelton-Scott dell’Australia, conosciuto per avere nelle proprie file ciclisti come i fratelli Yates, Matteo Trentino, Esteban Chavez e l’eccezionale sprinter sloveno Luka Mezgec. Vedremo di nuovo il team Astana, i cui membri sono alcuni dei favoriti per la maglia rossa che proveranno a difendere il titolo vinto alla scorsa edizione. Vi saranno pure il team Bahrain Merida e il team CCC, il cui ciclista Maciej Paterski è stato il vincitore dell’edizione 2015 della gara. Potrete seguire la gara in diretta sulla Radiotelevisione croata (HRT), come pure su Eurosport e sul canale GCN – il più grande canale video sul ciclismo. A filmare l’evento saranno molte altre stazioni televisive provenienti da 190 paesi di tutto il mondo.
www.crorace.com

 

Kvarner Swim Challenge 2019, Krk – Cres – Rabac, 11.- 12. 10.

La maratona di nuoto “Kvarner Swim Challenge” sarà la prima gara di nuoto mai organizzata tra le due più grandi isole della Croazia, Krk (Veglia) e Cres (Cherso), che si concluderà sulla costa istriana, a Rabac, nella “perla del Quarnero”. Nel corso dei due giorni dell’avvenimento 100 nuotatori di tutta Europa nuoteranno per 24 chilometri. La prima tappa sarà quella tra Malinska, Glavotok e Beli, mentre la seconda inizierà a Porozina e proseguirà attraverso Plomin (Fianona) fino a Rabac. I nuotatori saranno divisi in vari gruppi e potranno indossare il costume da nuoto da gara, ma anche servirsi degli attrezzi quali pallette per nuotare o pinne da nuoto. Venite a partecipare e a seguire quest’interessante avventura marina!
Info: https://www.incroatia.co/kvarner-swim-challenge-2019/

 

Alla ricerca del tesoro di San Fiorenzo (San Fior)

A solo tre chilometri dal centro di Labin abbandonatevi a un’eccitante avventura e recatevi alla ricerca del tesoro greco perduto, il che vi darà l’opportunità di scoprire il patrimonio culturale e storico lungo il sentiero turistico e pedonale dedicato a San Fiorenzo (San Fior), nel villaggio di Kranjci. Secondo una leggenda locale, un gruppo di Greci seppellirono qui, all’epoca di Bisanzio, una certa quantità di oro. L’oro sarebbe stato sepolto nell’area attorno alla chiesetta di San Fiorenzo, eretta a metà del VI secolo, sul colle in fondo al villaggio. Furono persone molto ricche, ma a causa di una siccità durata ben sette anni, dovettero andare a vivere altrove per sfuggire alla fame. Così, un giorno, caricarono grandi quantità di oro su un piccolo carro trainato dai cavalli, ma l’oro era troppo pesante, per cui decisero di seppellirne una parte in un luogo vicino alla chiesetta, mettendo il tesoro precedentemente in un recipiente per la distillazione della grappa e giurando che non avrebbero mai svelato il segreto a nessuno. Non tornarono mai più a riprendersi l’oro, mentre i particolari legati all’oro e al luogo in cui esso fu sepolto sono rimasti sconosciuti fino ai giorni nostri.
La chiesetta romanica di San Fiorenzo è un bene culturale protetto della Repubblica di Croazia ed è dedicata all’omonimo vescovo che nel 524 svolse il suo servizio in un’altra città istriana, a Cittanova (Novigrad). Nel XIII secolo gli abitanti del luogo dedicarono la chiesa a San Fiorenzo, che protegge dalla grandine, dai fulmini e dall’infertilità del suolo, mentre la festa di San Fiorenzo si celebra il 27 ottobre con una santa messa e un programma preparato per l’occasione.
http://bit.ly/2mLnVZv

 

Hotel Peteani

Nell’elegante e moderno ambiente del ristorante dell’albergo a quattro stelle “Peteani”, situato lungo la salita che porta nel centro storico di Labin, in qualsiasi periodo dell’anno potete assaggiare i migliori prodotti delle aziende agricole a conduzione familiare del territorio, come pure il pesce dell’Adriatico pescato con le nasse, sempre fresco, e le delizie istriane a base di carne. Questi ottimi ingredienti locali, cucinati in modo semplice e sano e accompagnati dalla ricca offerta della cantina, degustata secondo le raccomandazioni dei sommelier, rinfrescheranno il vostro palato. In questa rinnovata perla architettonica del 1900, dalla quale si può ammirare una splendida vista su Labin e sulle cime del Monte Maggiore, assaporate il meglio della gastronomia locale. Grazie all’esperienza pluriennale nel campo della ristorazione e ai numerosi premi vinti dai cuochi del ristorante, potete essere sicuri che qui vivrete un’ottima esperienza gastronomica.
www.hotel-peteani.hr

 

I tesori dei raccoglitori di funghi

Scoprite i tesori autunnali dei boschi di Labin nei ricchi menù dei nostri ristoranti. Nel luogo in cui i monti incontrano il mare, a non più di qualche chilometro dalle aree urbane, i boschi e i prati nei dintorni di Labin e Rabac offrono una vasta scelta di funghi e prodotti autunnali che da secoli ormai si utilizzano nella cucina locale. Vi attendono vari piatti: dalla tradizionale frittata ai funghi porcini e da uno dei tipi della pasta tradizionale affusolata, pljukanci o fusi, con la stessa varietà di funghi e il prosciutto istriano, fino ai piatti con le specie come gallinaccio, trombetta dei morti e agarico geotropo. Il nome croato di quest’ultimo, “martinčica”, è stato dato all’associazione dei raccoglitori di funghi di Labin. Dopo aver assaggiato le tradizionali ricette nei ristoranti locali, potete rivolgervi ai raccoglitori di funghi di Labin per chiedere qualche consiglio riguardo alla raccolta dei funghi, oppure potete anche unirvi alle raccolte guidate che quest’associazione organizza di tanto in tanto.
http://bit.ly/2oelDSV
Associazione dei raccoglitori di funghi dell’area di Labin (Društvo gljivara Labinšćine) Martinčica
www.martincica.hr

 

Foto storie sopra il letto

Il boutique hotel “La Loggia” di Labin va oltre gli attuali standard delle strutture ricettive che raccontano il patrimonio culturale e storico di Labin. Quasi attaccato all’antica loggia cittadina, l’albergo vi offre la possibilità di godervi serate di musica e poesia, di partecipare a esposizioni, ma anche di sostenere, in modo originale, i giovani fotografi del luogo. Infatti, in tutte le camere, le pareti in capo al letto sono decorate con fotografie artistiche dei fotografi di Labin, nelle quali sono immortalati alcuni dettagli del centro storico, del patrimonio industriale (minerario) e di diversi oggetti antichi. Potete provare a trovare i vari motivi di grande effetto durante una passeggiata per i vicoli del centro storico, mentre le fotografie possono essere acquistate alla reception dell’hotel come un souvenir artistico originale. Comprandole sosterrete i giovani artisti.
www.laloggiahotel.com